Il presepe vivente alla rassegna di Terre dei Presepi

 
 

Sabato 16 novembre una delegazione del presepe vivente della nostra parrocchia ha partecipato alla terza rassegna dei presepi della Toscana organizzata da Terre dei Presepi nell’ambito della Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco di San Miniato.
La rassegna constava di due momenti.

Il primo, istituzionale, alle 10.30 del mattino all’Auditorium di piazza Bonaparte con la presentazione dell’iniziativa di Terre dei Presepi: presepi, esposizioni, musei del presepe e presepi viventi, appunto, come il nostro. Ed è stata proprio la nostra delegazione, composta da Cristina Dal Canto, Benedetta Cenni e Maurizia Gazzarrini, a fare gli onori di casa e ad aprire le danze raccontando la storia decennale del nostro presepe.

Il secondo momento, più spettacolare, è stato la sfilata per le vie del centro storico. Alle 15.30, partendo da palazzo Grifoni, figuranti in costume dei presepi viventi e gruppi storici di San Miniato Basso, Ruota, Equi Terme, Badia San Savino, Londa, Casciana Terme, Legoli, Casola, Pescia, Marti e Montopoli, San Ginese di Compito insieme ai gruppi degli sbandieratori e musici di Porta Caracosta e la corte medicea di Cerreto Guidi hanno animato il centro portando la lieta novella.

Perché – come ha ricordato il vescovo Andrea nel videomessaggio della mattina – «L’esperienza del presepe è un modo per annunciare il Vangelo, per fare riflettere sul Signore che viene ad abitare in mezzo a noi. Il messaggio si può trovare nella piccolezza, nella semplicità. Le forme e la fantasia dei presepi fanno eco a questo messaggio. Poi, il presepe è un’esperienza di aggregazione, le persone si trovano e lavorano insieme. Il presepe ci parla sempre di comunità».

Leave a comment